Ecografia Internistica Napoli

ECOGRAFIA INTERNISTICA Napoli

L’ecografia e’ un esame diagnostico che utilizza gli Ultrasuoni (onde sonore ad alta frequenza che non possono essere udite dall’orecchio umano) tali onde sono riflesse e deviate dalle varie strutture del corpo umano e tali modificazioni delle onde, interpretate da calcolatori, permettono di visualizzate su un monitor televisivo le strutture anatomiche in studio.

Gli ultrasuoni utilizzano lo stesso principio utilizzato dai sonar dei sottomarini, o dalle barche da pesca per la ricerca dei branchi di pesci, e dai pipistrelli per cercare gli insetti. L’esame ecografico da immagini istantanee e permette di visualizzare anche il movimento degli organi (anche per i movimenti veloci del cuore), o studiare il movimento dei muscoli e dei tendini.

Con alcune macchine sono possibili anche esami Doppler e ColorDoppler, tali esami permettono di vedere il movimento del sangue nei vasi, arteriosi e venosi, e di studiare quanto sangue giunge ad una struttura od organo (esempio rene, fegato, tiroide, ecc.), o ad una loro parte malata.

In particolare, il Centro Aktis di Marano di Napoli, effettua l’indagine di Ecografia internistica, un esame un esame ecografico che consente lo studio non invasivo dei principali organi addominali quali fegato, colecisti, vie biliari, pancreas, milza, reni e vescica.

L’ecografia internistica dell’addome va eseguita dopo i 45 anni se esistono fattori di rischio dell’apparato gastro-intestinale, epatico, pancreatico e renale; dopo i 50 anni in assenza di fattori di rischio.

L’ecografo e’ formato da una consolle con monitor televisivo e tastiera, un calcolatore ed una sonda collegata all’apparecchio con un cavo, nel quale non scorre elettricita’, la sonda e’ un piccolo oggetto, collegato al cavo di dimensioni e forma variabile, secondo la sede da esaminare, ma in genere piu’ piccolo di una saponetta con aspetto di un pennello a spatola o di un microfono.

Con i livelli di ultrasuoni utilizzati per la diagnosi non si sono dimostrati danni alle persone, diversamente da quanto avviene con i raggi X.

E' possibile anche l'esecuzione di esami ecografici con contrasto, con la somministrazione di mezzi di contrasto particolari( bolle di gas stabilizzate) per via endovenosa. Tali contrasti non provocano allergie, ne’ danni.

COME SI ESEGUE

La sonda ecografica, cosparsa di gel, viene posizionata sull’addome. L’ecografia internistica si esegue a paziente a digiuno da 6-12 ore, a vescica modicamente distesa.

La durata complessiva e’ di circa 15 minuti e il risultato viene consegnato alla paziente al termine dell’esame.