Ecografia Ginecologica e Prostatica Napoli

ECOGRAFIA GINECOLOGICA E PROSTATICA Napoli
(transaddominale e intracavitaria vaginale e rettale)

Ecografia pelvica addominale o vaginale al Centro di Aktis di Marano di Napoli: si utilizza un sofisticato strumento, l'ecografo, che emette ultrasuoni e consente la visualizzazione indiretta degli organi contenuti nell'addome inferiore, soprattutto i genitali interni (utero e ovaie) e consente, con una certa attendibilita’, di diagnosticare la presenza di malformazioni o masse atipiche. Questo esame non e’ specifico per la valutazione della cervice e della vagina (per i quali si effettua l'esame speculare, il Pap test e la colposcopia).

Non fornendo una visione diretta degli organi, non tutto puo’ essere visualizzato in ecografia e, talvolta, non e’ possibile fornire risposte definitive sulla benignita’ o meno di alcune patologie, per cui puo’ rendersi necessario approfondire con altre indagini (es. isteroscopia o laparoscopia).

Come prepararsi all'esame:

E' utile sapere che le caratteristiche degli organi genitali femminili si modificano continuamente a seconda della fase del ciclo mestruale (che e’ il periodo che intercorre tra l'inizio di un flusso e l'altro), per cui:

- e’ preferibile eseguire l'esame base immediatamente al termine della mestruazione, possibilmente non oltre il 7°-8° giorno dall'inizio del flusso. Sara’ il medico a stabilire se puo’ essere utile ripeterlo in un periodo diverso.

- se la donna non ha mai avuto rapporti sessuali, l'ecografia si effettua per via trans-addominale, per cui la vescica deve essere ben piena (bere circa ½ litro di liquidi 1 ora prima dell'esame).

Ecografia prostatica Napoli

L'ecografia prostatica transrettale e’ un esame non doloroso. Consiste nell'introduzione nel retto di una sonda ecografica attraverso la quale l'Urologo puo’ visualizzare la prostata e ricavare preziose informazioni sulle sue dimensioni e sulle caratteristiche della ghiandola; attraverso questa sonda, se necessario, l'Urologo potra’ anche eseguire il prelievo di alcuni frammenti di tessuto prostatico (biopsia prostatica ecoguidata).

Per eseguire un buon esame e’ necessaria una preliminare pulizia dell'ampolla rettale: il paziente dovra’ pertanto eseguire la sera prima dell'esame una peretta. Se il paziente deve essere sottoposto anche alla biopsia prostatica ecoguidata dovra’ assumere dalla sera prima e per qualche giorno dopo l'esame un disinfettante urinario, per evitare possibili infezioni.

Per la sua semplicita’, per il suo basso costo e per la sua non invasivita’, l'ecografia prostatica transrettale ha assunto negli ultimi anni un ruolo importante nello studio della prostata: in particolare per la valutazione delle dimensioni e della morfologia della ghiandola, e per la determinazione del residuo vescicale post-minzionale (cioe’ della quantita’ di urine che permangono nella vescica dopo la minzione). Questo esame risulta percio’ molto utile soprattutto in quei paziente che devono essere sottoposti a terapia chirurgica dell'ipertrofia prostatica.

L'ecografia prostatica transrettale associata alla biopsia prostatica ecoguidata risulta fondamentale per la diagnosi precoce dei tumori della prostata. Viceversa se utilizzata da sola, e cioe’ non come ausilio alla biopsia, l'ecografia transrettale ha dimostrato di non essere un esame molto attendibile per quanto riguarda la diagnosi dei tumori prostatici.

L'ecografia prostatica transrettale e’ inoltre di aiuto nella diagnosi di alcune malattie che possono essere causa di infertilita’.